Seleziona una pagina

La leggenda narra che non esista una formula magica che, da sola, possa rispondere ad ogni quesito.

Eppure sono abbastanza convinto che Bill Gates, nel non troppo lontano 1996, sia arrivato molto vicino a trovarla quella formuletta.

Non risponderà di certo a tutti i quesiti della vita ma, se devo essere sincero, riesce a coprirne una buona parte, compreso il “come avere tanti mi piace su Instagram”!

“Content is king!” blaterava il celebre fondatore di Microsoft.

E sai che c’è? Purtroppo o per fortuna, oggi come allora, credo proprio che il contenuto faccia davvero la differenza.

(Non fraintendere Bill. L’ho buttata lì. Non che avessi bisogno del mio appoggio, è solo per farti sapere che, insomma, la penso come te.)

Tornando a noi, quindi, se si parla di come ottenere molti mi piace su Instagram, non possiamo che partire dalle foto.

Foto per avere tanti mi piace su Instagram

Scegli bene le tue immagini e impara a capire quale tipo di scatti funziona meglio nella tua nicchia.

La qualità delle tue foto è il primo fattore che determinerà il successo o l’insuccesso del tuo business su Instagram.

Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco, a buon intenditor poche parole e… LA QUALITÀ SI PAGA!

Tra i modi di dire più in voga ti sarà capitato di sentire anche questo.

foto instagram

Iphone? Louis Vuitton? Nike? Non ci interessa.

Quello che interessa a noi è il concetto di base: la gente è disposta a pagare denaro (o dedicare del proprio tempo prezioso) per cosa?

Per il tuo profilo? Per la tua pagina?

No. Per la tua qualità.

La qualità è il primo requisito necessario per iniziare la tua scalata su Instagram.

Qualunque argomento tu decida di trattare ha bisogno di essere presentato al meglio.

Le foto che pubblicherai saranno alla base del tuo successo o del tuo fallimento.

Pensaci, ti fermi ad osservare le foto sgranate?

Ti incuriosiscono le immagini sfocate? La risposta è no.

Ed è la risposta giusta poiché per destare interesse è necessario pubblicare immagini nitide e vicine alla perfezione. Del resto, rimanendo nel campo dei modi di dire più in voga, l’occhio vuole la sua parte.

Crea contenuti originali e metticela tutta per essere unico. In questo gioco vince chi ha più creatività.

Individua un tuo carattere distintivo che ti renda diverso da tutti gli altri e fanne il tuo cavallo di battaglia.

Se hai bisogno di dare un tocco in più alle tue foto, perché non inizi a sfruttare gli strumenti che Instagram mette a disposizione?

Utilizzando il giusto filtro per ogni fotografia, aumenterai notevolmente le possibilità di avere tanti mi piace.

Potrai giocare con la saturazione, i colori e il contrasto, ottenendo un risultato fantastico.

Almeno inizialmente evita di usare watermark personalizzati!

Ti saranno molto utili in futuro per fare personal branding ma all’inizio del tuo percorso potrebbero avere un effetto negativo sul tuo profilo, poiché difficilmente un’altra pagina andrà a ripostare una tua foto con watermark personalizzato, limitandone quindi il potenziale effetto di viralità!

Avere tanti mi piace su Instagram: perché è la chiave di un profilo di successo?

C’era una volta l’old wild Instagram.

Profili selvaggi si lanciavano alla conquista del mondo e ogni Instagrammer venerava come sacro il suo numero di follower.

Purtroppo quei giorni sono ormai lontani…

come avere tanti mi piace su instagram

Oggi esiste infatti un altro giudice imparziale che si è aggiunto al buon vecchio numero dei follower.

Stiamo parlando dell’engagement, nient’altro che il tasso di coinvolgimento dei tuoi seguaci.

Qualsiasi azienda o potenziale cliente con il quale tu voglia stringere un accordo, prima ancora del tuo numero di followers, guarderà il tuo engagement!

 

Cos’è l’engagement e come calcolarlo?

L’engagement dei tuoi seguaci non è altro che il rapporto tra il numero di followers che effettivamente interagiscono con la pagina, rispetto al totale.

Puoi calcolare l’engagement di qualsiasi pagina Instagram facendo la media dei like ricevuti negli ultimi 10-12 post (escluso l’ultimo, inteso come più recente) diviso il numero totale dei follower della pagina.

calcolare l'engagement

Esempio pratico:

  1. Sommo tutti i like degli ultimi 10 post (escluso il più recente, quindi dall’undicesimo al secondo).
  2. Divido il risultato per 10.
  3. Divido nuovamente il numero che mi esce per il numero totale dei follower della pagina.

Se moltiplicate poi il numero ottenuto per cento, avrete la percentuale di coinvolgimento dei followers di quella determinata pagina.

Trucchi per avere tanti mi piace su Instagram

trucchi like insta

Se è vero che i contenuti che pubblicherai faranno la differenza, è anche vero che ci sono ulteriori aspetti molto importanti da tenere in considerazione, aspetti che potrebbero aiutarti notevolmente nel raggiungere il tuo obiettivo di aumentare i mi piace della tua pagina Instagram.

Sei pronto? Eccoli qui!

 

Aumentare i mi piace su Instagram: Strategia Pratica

Dunque se c’è un indicatore del valore di una pagina quello è l’engagement, oltre che naturalmente il suo numero di followers.

Avrai letto che la chiave per aumentare il tuo numero di like è interagire, commentare ed essere super attivo ed è tutto vero.

La verità però è che nessuno ha voglia di sacrificare la sua intera giornata su Instagram.

E se stai pensando di acquistare un bel po’ di like su SeoClerks o Fiverr per risolvere il problema, lasciati dire che sarebbe la peggior cosa che tu possa fare.

Finiresti per ammazzare il tuo engagement.

strategia per avere like

Una soluzione però l’abbiamo trovata noi, ma partiamo per gradi.

1. Quali utenti con molta probabilità metterebbero like ai nostri contenuti?
Tutti coloro che hanno interesse nel tema dei nostri scatti. O più precisamente, tutti coloro che hanno dimostrato già di apprezzare contenuti molto simili ai nostri.

2. In quale momento è più probabile che una persona interessata ai nostri contenuti possa lasciarci un like?

Questa assomiglia molto a una domanda retorica ma è bene comunque domandarcelo per collegarci al prossimo punto.

La risposta è chiaramente quando quella persona è online, impegnata a scorrere il suo feed, altrimenti come potrebbe accorgersi di noi?

3. Come possiamo fare in modo che quelle persone che sono interessate ai nostri contenuti si accorgano di noi esattamente quando sono online?

Direi che lasciargli un like potrebbe essere una buona idea!

Il problema però è che è impossibile sapere quali utenti sono interessati al tema del mio profilo e ancor di più è impensabile ipotizzare quando un utente sia online o offline.

Sei sicuro?

In realtà un modo c’è.

Pensiamoci un attimo.

Dobbiamo trovare persone che mettono like a contenuti simili ai nostri perché sono coloro che con maggiore probabilità metteranno like anche ai nostri contenuti.

E tra questi ci interessano principalmente quegli utenti che hanno la più alta probabilità di essere online in quel determinato momento, così da sfruttare l’occasione e farci notare mettendogli un like.

In tal modo loro correranno a dare uno sguardo al nostro profilo e ci sono molte chances che decidano di lasciarci un mi piace.

Del resto già sappiamo che amano i nostri contenuti prima ancora che li vedano!

Chi sono allora nella pratica gli utenti che compongono questo nostro pubblico target?

Sono tutti quegli utenti che hanno lasciato un like ad un contenuto postato da meno di 5 minuti che sia quanto più possibile affine al tema della nostra pagina.

Dovrai praticamente ricercare e iniziare a seguire gli account più simili ai tuoi e attivare le notifiche per ogni loro nuova pubblicazione.

Non appena riceverai la notifica, fiondati su Instagram e dopo 2-3 minuti apri la lista degli utenti che hanno lasciato un like a quel post.

Apri ognuno di quei profili e lascia un like a una delle loro foto.

Lasciando un like ad almeno un contenuto di ciascuno di questi utenti, andresti ad intercettare persone interessate all’argomento che affronti nella tua pagina che al contempo sono con molta probabilità online poiché hanno appena lasciato un mi piace ad un altro contenuto.

Che significa tutto questo?

Aspettati di ricevere un numero di like-back e follow-back decisamente sopra la media.

Molti profili ricevendo il tuo like, decideranno di restituirtene non 1, ma anche 3-5 se non 10 in una volta. Altri inizieranno addirittura a seguirti.

Il risultato? Tanti, tanti mi piace!

 

I tuoi seguaci sono persone

Ricorda che i tuoi followers non sono numeri, ma persone! E’ il più grande errore che la maggior parte degli instagrammer commette!

Nella caption ricorri molto spesso a call to action ben fatte. Chiedi di taggare un amico o poni domande interessanti ai tuoi seguaci.

Tanto più sarai in grado di proporre ai tuoi follower delle domande, richieste o giochi intriganti e inerenti alla foto che hai postato, tanto più riuscirai a far schizzare alle stelle il numero dei like e dei commenti ricevuti!

Ti sembrerà assurdo ma in alcuni casi, il modo migliore per ottenere qualcosa è semplicemente chiederlo.

seguaci instagram
Sapevi che utilizzare la parola “like” o “commento” nella caption (didascalia della foto) rischia di aumentare considerevolmente il numero delle interazioni che riceverai?

Semplice psicologia, grandi risultati.

Devi dare molta importanza alla didascalia della foto.

E’ consigliabile infatti non lasciarla mai vuota. Non privarti nemmeno delle emoticon già che le abbiamo.

Cerca di essere esaustivo se la tua pagina richiede serietà e ironico se la tua pagina vuole essere sarcastica. Inserisci davvero quella che gli esperti definiscono “chiamata all’azione”!

Prova ad utilizzare frasi come “Sei d’accordo?”, “Siete già stati in questo posto?”, “Chi ha visto questo film?”.

Con una domanda diretta spronerai i più timidi a commentare e farai capire ai meno timidi che la loro opinione ti interessa.

 

Non essere impaziente, sii costante

Aspetta sempre almeno 3 ore tra una foto e l’altra! Quando si pubblica una nuova foto, infatti, il suo periodo di efficacia (in cui si verificano il 60% dei like e dei commenti) è di 3 ore. Se ogni 3 ore pubblicassi una nuova immagine avresti un profilo particolarmente attivo.

costanza post instagram

La chiave del gioco è la perseveranza. E’ la parola d’ordine per entrare nell’Olimpo dei Top Account di Instagram.

Sta attento a mantenere una certa continuità nella tua attività su questo social.

I tuoi follower potrebbero non apprezzare lunghi periodi di inattività e ciò comporterebbe un calo pronunciato del coinvolgimento.

Pubblica post con costanza, se riesci a prendere il ritmo diventa un’azione del tutto naturale. Cerca di non impigrirti e di non temporeggiare con frasi della serie “Ora non ho tempo, posterò più tardi”.

Alla fine della fiera non servono mica mille contenuti giornalieri.

Potrebbe essere più che sufficiente un solo post ben fatto (vedi regola 1, la qualità prima di tutto!).

 

Impara ad usare gli hashtag

Spesso gli hashtag vengono ingiustamente sottovalutati, quando invece rivestono un ruolo importantissimo nella nostra scalata su Instagram.

Abbiamo creato un intero articolo su quali sono i migliori hashtag da utilizzare su Instagram.

ricercare gli hashtag

Ma già che ci siamo ti lascio qui un piccolo antipasto.

Ti ricordi la tua prima foto su Instagram? Sono sicuro che davi un enorme peso ad ogni like o follow che ricevevi. Eri lì pronto a vedere chi ti aveva messo l’ultimo like!

Ma come puoi sfruttare questo? Molto semplice! 🙂

Ricerca l’hashtag #firstpost su Instagram.

Troverai una marea di utenti che hanno appena pubblicato il loro primo scatto e saranno iper sensibili e reattivi ad ogni tua interazione.

Cosa aspetti? Corri a seguirli e mettergli like!

 

Aumenta i tuoi followers

Sarà scontato, ma il modo più efficace per avere tanti mi piace su Instagram è avere un numero di seguaci in continua crescita.

Si lo so, ho scoperto l’acqua calda, direbbe il mio caro nonno.

aumentare i follower

“A sapere come fare, lo farebbero tutti.” starai pensando anche tu.

E se ti dicessi che abbiamo raccolto in un post tutte le tecniche che utilizziamo per avere più seguaci su Instagram?

Renato Gioia

Co-Founder, CTO @Instadvanced

Amante dell’economia con la sindrome del viaggiatore seriale. Credo nella creatività della logica e nella logica della creatività. Amo i numeri, il business e le piccole cose che fanno la differenza.

Commenti

commenti

Share This