Seleziona una pagina

Fregature.

Ne abbiamo prese tutti. Si parte a quattordici anni inviando l’sms maledetto al numero che passa in tv, ed una suoneria da un euro si trasforma in un abbonamento di dieci euro a settimana.

Si continua ai diciotto acquistando su eBay ciò che dovrebbe essere il videogioco più bello in circolazione, per poi ritrovarsi fra le mani una scatola vuota.

E poi i preventivi che non combaciano, le postille minuscole sui contratti, le finte parole date, per non parlare delle rate infinite degli aspirapolveri di ultima generazione.

Essere presi in giro non è mai piacevole, soprattutto quando ci va di mezzo il portafoglio.

Ed ecco perché sei qui.

Mai come oggi imparare a capire come riconoscere un vero influencer su Instagram può fare la differenza tra una strategia di promozione di successo e un totale flop.

Quante probabilità ci sono che proprio tu venga raggirato da un falso influencer?

Bè, sappi che secondo un recente studio americano sono 24 milioni i profili fake su Instagram, un insieme di account spam, fasulli e costruiti ad hoc per rubare soldi ai più ingenui.

Se spendi 50 dollari per postare un tuo prodotto su una pagina analoga da 50k follower, ben fatto.

Se però i 50k follower sono fake… hai appena buttato 50 dollari.

Oltre ad aver danneggiato seriamente la tua reputazione, s’intende.

La buona notizia è che sei ancora in tempo per salvarti, te e il tuo budget.

Ma partiamo dal definire chi è un influencer.

 

Cosa significa influencer e chi può definirsi tale?

Anzi, no. Cominciamo con il definire chi non è un influencer.

Non è chi posta una propria foto con la felpa di marca e tagga il relativo brand.

Non è chi pubblica la foto dell’ultimo profumo uscito e tagga il relativo marchio.

Non è chi può permettersi diapositive di alta qualità, grazie a qualche amico con la passione per la fotografia.

E, soprattutto, non è un influencer chi scrive di esserlo nella propria bio di Instagram!

 

come riconoscere un vero influencer su instagram1

 

Dicesi influencer una persona considerata autorevole in un determinato campo. Non ci si autoproclama tale: la nomea viene con il tempo e ci è attribuita dagli altri.

Queste figure, attraverso il duro lavoro, la propria passione e qualche corretta strategia di marketing, si sono guadagnate la capacità di influenzare a proprio piacimento le masse del loro settore.

Ciò significa che la loro opinione viene sempre presa in considerazione e tende ad essere giudicata valida e veritiera.

Ti faccio un esempio.

Conosci Chiara Ferragni? Probabilmente sì, è sempre la prima ad essere nominata quando si parla di Instagram, poiché viene considerata all’unanimità una delle influencer più famose del mondo. Sicuramente la più popolare in Italia.

La sua marca di abbigliamento ha generato profitti milionari. La sua fama ha raggiunto, appunto, tutti i continenti. La sua bravura nel settore del fashion e la sua capacità di condizionare gli acquisti delle appassionate di moda hanno spinto brand famosi a livello internazionale (Amazon Moda, Pantene, Louis Vuitton, Chanel,…) ad assumerla addirittura come ambassador.

Ha studiato moda? No, ha studiato giurisprudenza e non ha nemmeno completato il percorso accademico.

Cuce e rammenda a mano? No, per quanto ne sappiamo.

Allora come ha fatto a trasformare la sua passione in un lavoro, a diventare l’influencer italiana più famosa al mondo e con un fatturato da milioni di dollari l’anno?

Con perseveranza, impegno e anche un po’ d’astuzia.

E’ riuscita a conquistarsi la fiducia del pubblico ed ha convinto tutti delle sue abilità nel campo della moda, di conseguenza, è stata riconosciuta come esperta del settore a tutti gli effetti.

 

A cosa servono gli influencer?

Teniamo Chiara Ferragni come punto di riferimento. Basandoti sulle cose di cui sopra, cosa puoi dedurre a livello di business? Cosa comporta, alla fine della fiera, essere influencer?

Significa che quando Chiara pubblicizza un prodotto legato alla nicchia fashion, tutti quanti associano tale prodotto ad un qualcosa di straordinario e di qualità.

Potrebbe mai, una guru della moda, pubblicizzare capi d’abbigliamento scadenti? 😉

 

pubblicita su instagram

 

Questo discorso è valido per qualunque mercato:

  •         sport
  •         viaggi
  •         tempo libero
  •         giardinaggio
  •         elettronica
  •         cultura
  •         fumetti
  •         culinaria
  •         qualunque sia il tuo hobby più strano e stravagante!

 

Quindi? Arrivando al dunque?

Hai un’azienda? Una società?

Se un influencer del tuo settore pubblicizza il tuo prodotto puoi raggiungere un’utenza immensa, fidelizzata e soprattutto pronta all’acquisto.

Tradotto: aumento del fatturato con l’utilizzo di Instagram!

 

Lo sapevi che…

 

  • Secondo un recente studio di The Drum, il 54% dei millenials (i giovani nati tra gli anni ‘80 e il 2000) acquistano prodotti dopo averli scoperti e visti su Instagram. E c’è di più! I ricercatori in questione hanno stilato una classifica delle maggiori influenze di un consumatore: Instagram si piazza al sesto posto, battuto solamente da amici, famiglia, partner, recensioni e televisione. Facebook? Al settimo posto. YouTube all’undicesimo. Twitter al dodicesimo.
  • Le statistiche della piattaforma evidenziano una media di engagement superiore rispetto a quella di qualunque altro social network. Gli utenti di Instagram interagiscono con i brand 10 volte tanto quelli di Facebook, 54 volte tanto quelli di Pinterest e 84 volte tanto quelli di Twitter.
  • Oltre un terzo degli utenti di Instagram ha acquistato un prodotto online tramite mobile.
  • Il 75% degli utenti Instagram compie un’azione concreta, come per esempio visitare uno specifico sito web, dopo aver visto un post pubblicitario sulla piattaforma.
  • Secondo le statistiche di Instagram Advertiser, il 50% degli utenti Instagram segue almeno un business e il 60% ammette di aver conosciuto un determinato prodotto/servizio attraverso la piattaforma.

Le partnership commerciali tra aziende e influencer hanno un impatto pazzesco sulle vendite!
Dove? Televisione, radio, giornali, YouTube, Facebook ed Instagram in particolare.

Perché Instagram in particolare?

La piattaforma ha più di 700 milioni di utenti ed un engagement (numero di interazioni) che batte di gran lunga molti altri social network.

Secondo Luanchmetrics il 93% dei marketers (= imprenditori digitali) di tutto il mondo considera l’Influencer Marketing su Instagram una delle più valide strategie per costruire un brand di successo.

In un certo senso, se ci pensi, gli influencer sono le nuove celebrità e spesso raggiungono picchi di 4-5 milioni di follower per piattaforma.

E’ una ghiotta possibilità e i brand più all’avanguardia l’hanno colta al volo: sugli influencer essi investono budget da record, anno dopo anno. E capirai anche tu che se un marchio famoso decide di investire un capitale solo per farsi pubblicizzare da un influencer, ciò significa che il ritorno economico è molto ma molto più ampio.

 

Come riconoscere un vero influencer su Instagram

L’ascesa al potere da parte di queste nuove figure a cosa ha portato?

Per ogni marchio in cerca di influencer c’è un influencer, o uno pseudo tale, alla ricerca di un marchio.

Come mai?

L’influencer può ottenere da una collaborazione principalmente tre cose:

  •         Denaro
  •         Prodotti
  •         Follower

Lo so, non dirmelo: adesso sei ancora più curioso.

Trattiamo subito l’argomento scottante e più interessante: quanto guadagna davvero un influencer?

 

guadagnare con instagram

 

Secondo l’agenzia americana Captiv8, intermediaria tra chi pubblicizza e chi paga, un’azienda può arrivare ad offrire anche 75000 dollari per un post su Instagram da un profilo con 7 milioni di follower. Se la mettiamo così, pensa alle cifre intascate dalle celebrities più popolari su Instagram.

Attenzione! Questo non significa che per guadagnare hai bisogno obbligatoriamente di tutti quei seguaci, ma se fai la proporzione puoi portare a casa una bella somma anche solamente con una pagina molto ma molto più umile.

Aggiornamento: l’antitrust ha esposto il verdetto, d’ora in avanti la pubblicità dovrà sempre essere trasparente. Vietato “manipolare” l’utente facendogli credere di agire in maniera naturale e disinteressata quando così non è. Se stai promuovendo un prodotto sei obbligato a dichiararlo tramite hashtag specifici (#ad #sponsored #advertising).

Per quel che concerne i prodotti, invece, l’influencer spesso e volentieri ottiene qualche campione gratuito o addirittura tutto ciò che sponsorizza. Mica male se pensi che l’unica azione che deve compiere – una volta diventato influencer, meritatamente – è postare sul social, no?

Terzo vantaggio per chi ricopre questa figura, la visibilità. A prima vista potrebbe sembrare la cosa meno importante, in realtà è nell’interesse dell’influencer crescere ulteriormente di numero. Ciò gli consente di potenziare la sua credibilità ottenendo collaborazioni ancora più soddisfacenti.

Questi tre punti su cui ci siamo soffermati sono il motivo per cui nascono ogni giorno centinaia e centinaia di influencer fake.

Cosa intendo dire con quest’espressione?

Molte persone hanno cominciato ad utilizzare sul proprio account strategie di crescita non molto etiche:

  •         Acquisto di follower falsi
  •         Acquisto di like e commenti fasulli
  •         Bugie sulle collaborazioni in atto

I motivi? Soldi. Prodotti gratuiti. Status. A molti piace potersi vantare di essere influencer, perché diciamocelo tra noi, fa figo.

Se concludi delle collaborazioni con influencer fake non hai alcun ritorno economico.

Ti sei fatto prendere in giro.

I seguaci sono account finti, per nulla interessati ai contenuti del profilo a cui hai appena regalato soldi e materiale.

Le interazioni come like e commenti? Tutte false anche loro.

Quindi la domanda è:

Come riconoscere un vero Influencer su Instagram?

Ecco ciò che puoi fare:

1.Controlla i follower del profilo. Ovviamente non devi perdere il sonno per stare a spulciare uno per uno tutti i seguaci. Aprine un paio, una decina. Se questi follower sono finti probabilmente non avranno alcuna attività. La maggior parte delle volte, i follower acquistati si presentano come profili totalmente vuoti o addirittura platealmente ridicoli. Della serie: zero foto profilo, nome impronunciabile e un solo post che rimanda al famoso e spammoso “qui follower gratis”.

2.Controlla l’engagement. Non è necessario essere dei geni in matematica per verificare questo aspetto. Dai un’occhiata al numero di like e commenti del presunto influencer: è proporzionato al numero dei follower? Se non lo è, probabilmente tutti gli account che lo seguono sono account “fantasmi”. Tradotto, profili acquistati, profili fake che non esistono. Come quelli che abbiamo appena descritto nel punto uno.

3.Controlla la qualità dei commenti. Come ti sembrano i commenti sotto le foto? E’ facilissimo distinguere commenti naturali da commenti spammosi. I primi sono sempre più articolati (almeno cinque parole) e sono coerenti con il post in questione. I secondi, invece, sono spesso tutti uguali, semplici, banali e sovente non in tema con il contenuto. Un esempio? “Bello!”, “Wow!”, “Top!”. Tutte espressioni molto vaghe che vanno bene quasi per ogni contesto. Attenzione! Questo non significa che ogni commento analogo è necessariamente spam e, di conseguenza, campato per aria ed inutile. Se però la maggior parte dei commenti alle foto assomiglia a questa tipologia, probabilmente sei di fronte ad un influencer fake che ha acquistato interazioni per una manciata di dollari.

4.Verifica l’autenticità. Non esiste metodo migliore, se vuoi andare sul sicuro questa è l’unica soluzione: controlla se è presente il famoso badge di verifica. Probabilmente lo hai già notato anche su altri canali social. Molte piattaforme, infatti, verificano l’autenticità di un profilo (celebrità, influencer, personaggi importanti) assegnando poi un piccolo badge di colore blu con un segno di spunta bianco al suo interno. Se accanto ad un profilo noti questo simbolo, significa che l’account è verificato. E’ davvero lui, attore, modello, regista, milionario che sia. Questo può servirti a tener lontano le pagine fake o le numerose parodie/doppioni delle persone più influenti. Ovviamente non tutti quanti hanno a cuore la questione dell’autenticità, sono molti gli attori o i gli sportivi che hanno un profilo non verificato. Come riconoscere i profili reali da quelli fake allora? Controllando le info nella bio e ciò che abbiamo già sottolineato prima: numero di follower, like e commenti.

5.Controlla il numero di post. Profilo da un milione di follower e dodici post pubblicati. Ti sembra credibile? Un’altra brillante strategia per capire come riconoscere un vero influencer su Instagram è quella di controllare la quantità dei contenuti. I veri influencer hanno sempre un profilo attivo, pubblicano con costanza e regolarità. Al contrario, gli account falsi, hanno all’attivo pochi post e spesso di scarso valore.

6.Cercalo anche sulle altre piattaforme. Non limitarti ad osservare il suo profilo Instagram, una buona idea infatti è quella di stalkerizzare il soggetto in questione anche sugli altri social. I suoi profili sono tutti coerenti? Ci sono prove del suo lavoro? Qualche brand ha repostato una sua foto? Se è chi dice di essere sicuramente qualcosa sul web si trova, altrimenti è tutta fuffa.

 

come trovare influencer sui social

 

7.Controlla l’età del profilo. Diventare famosi su Instagram dall’oggi al domani è impossibile. A meno che tu non decida di fidanzarti con una delle Kardashian o a patto che tu finisca in un video virale dove cadi dalle scale o nuoti con gli squali. Quindi, se un profilo vanta migliaia di follower, ma ha il primo post risalente alla settimana scorsa, significa che qualcosa non quadra.  L’evoluzione dell’account deve essere graduale, può avere dei picchi positivi e negativi, certo, ma sicuramente non può sfondare nel giro di poche giornate. Esiste un tool molto interessante con cui è più facile tracciare i dati di qualsiasi profilo Instagram. Dai un’occhiata, si chiama socialblade.com ! E’ gratuito e facile da usare, permette di monitorare con accuratezza qualunque account tu voglia. In tal modo ti sarà più semplice riconoscere un profilo reale da un profilo fake.

8.Usa il trucchetto della nicchia. Su Instagram non è raro imbattersi in profili snaturati. Snaturati? Che significa? Vuol dire che molte persone, frustrate per non essere riuscite a raggiungere i risultati desiderati, sono passate al piano b: hanno acquistato un profilo con una già discreta audience e l’hanno trasformato nel profilo che avevano in mente fin da principio. In queste occasioni tutto il buon senso e la logica vanno a farsi benedire. Non è saggio, nella maniera più assoluta, comprare una pagina di una determinata nicchia per poi postarci contenuti di tutt’altro settore. Come fare per sapere se si stanno spacciando per influencer con un profilo che precedentemente aveva un target differente? E’ molto semplice, devi controllare i tre profili consigliati da Instagram tra i suggeriti. Se vedi che la nicchia di questi account è totalmente differente, hai di fronte un profilo snaturato che in origine era qualcos’altro.

 

Conclusione

Ahhhh, adesso hai capito come fa ad avere tutti quei follower il ragazzo che ti sta tanto antipatico, per niente bravo in qualcosa e per nulla popolare, eh? 😉

Se seguirai tutti i suggerimenti presenti in questo articolo nessuno potrà mai fregarti ed il tuo business non ne risentirà. Sei perfettamente in grado di riconoscere da solo un vero influencer, potenzialmente utile per la tua attività, da un account fake, costruito ad hoc per fregarti soldi e farsi regalare qualche prodotto.

Per trovare un influencer, senza spendere cifre aggiuntive, ti basta comunque una semplice ricerca sulla piattaforma, magari proprio partendo dagli hashtag #ad #sponsored .

Forse fuori dal tuo budget, ma alquanto interessante, è la lista stilata dalla rivista Forbes .

Ogni anno, segnala i nomi degli influencer più popolari del momento, in tutti i campi principali.

Se, invece, hai come obiettivo quello di diventare influencer tu stesso, devi rimboccarti le maniche e lavorare sodo.

Da dove cominciare?

Ecco la nostra lista di trucchi per avere più seguaci su Instagram

Un abbraccio!

Commenti

commenti

Share This