Seleziona una pagina

Vuoi avere più followers su Instagram, non è vero?

Ce la metti tutta per provare a raggiungere Selena Gomez in testa alla classifica dei più seguiti, eppure quel numerino non vuole proprio saperne di muoversi?

Sai che c’è? Sei nel posto giusto.

Qui troverai tutti i piccoli trucchi che utilizziamo quotidianamente per avere più seguaci su Instagram.

Ma attento, non è una mini-guida per ragazzini narcisisti alla disperata ricerca dell’ultimo modo per alimentare il loro ego con i loro coetanei. Il numero dei tuoi followers, oggi più che mai, non è assolutamente un semplice indice di vanità, ma tutt’altro.

Avere tanti seguaci oggi significa aprirsi una strada in un mondo dominato da Internet e dai Social Media.

Trucchi per avere più seguaci su Instagram

Sai che il nostro cervello risponde meglio (60.000 volte più veloce) ad un’immagine o comunque ad un contenuto visivo rispetto che ad un testo? Lo dice la scienza! E’ un processo del tutto naturale.

Questo è il motivo per cui al liceo, Arte ti piaceva di più che Latino.

Ed è anche il motivo per cui Instagram riesce a coinvolgere 500 milioni di utenti al mese.

E questi 500 milioni di utenti al mese sono la ragione per cui Mark Zuckerberg, il papà di Facebook, ha deciso di acquistarlo per cifre stratosferiche.

trucchi per avere più seguaci su instagram

Instagram ha un potenziale indescrivibile e riesce a crescere ed evolversi giorno dopo giorno attirando sempre più curiosi, alias maggiori account.

Sai che significa tutto ciò?

Significa che a livello di business ne possiamo approfittare tutti. Anche io e te!

Ed è il motivo per cui avere tanti seguaci e like diventa vitale se si vuole iniziare a guadagnare su Instagram.

Certo non è facile intraprendere questo sentiero, anzi, delle volte è molto più facile perdersi.

Quando lavori sodo postando foto di continuo e ricevendo in cambio solo qualche like, la cosa può iniziare a diventare frustrante.

Ecco perché hai bisogno di una guida.

Quello che segue è un piccolo manuale di regole fondamentali che dovrai obbligatoriamente seguire se intendi avere successo su Instagram.

Continua a leggere per scoprire i segreti dei tuoi big account preferiti. Il tuo viaggio comincia da qui.

Mi raccomando, guarda avanti e non arrenderti.

Hai una lunga strada da percorrere ma hai tutto quello di cui hai bisogno, un equipaggiamento fatto su misura.

 

Acquistare follower su Instagram: perché non farlo

Intanto che ci siamo, prima di partire con cosa dovresti iniziare a fare, iniziamo con cosa dovresti assolutamente evitare.

NON comprare follower su Instagram.

Per quanto comprare seguaci o mi piace possa aiutare a livello di immagine (la gente tende a seguirvi più volentieri se avete più seguaci), distruggerebbe la vostra crescita e le vostre possibilità di finire nella pagina dei popolari o nella pagina esplora.

follower fake

Cosa sono queste pagine? Puoi accedere alla pagina Esplora cliccando sulla piccola lente di ingrandimento in basso direttamente dall’applicazione di Instagram.

Racchiude centinaia e centinaia di foto.

Stando a quanto afferma Instagram le foto e i video mostrati sulla pagina ‘Esplora’ dipendono molto dalle interazioni compiute all’interno dell’app e di conseguenza, possono essere molto diversi da un account a un altro.

In parole più semplici, ogni utente vedrà dei risultati generalmente diversi in base ai profili che segue e alle pagine a cui mette like.

La pagina popular di ogni hashtag puoi trovarla invece ricercando lo specifico hashtag che ti interessa utilizzando la funzione cerca di Instagram.

Ti apparirà un mosaico di 9 immagini che Instagram mette in evidenza rispetto a tutte le altre per quello specifico tag.

In questo caso i risultati non variano da utente a utente, ma sono uguali per tutti, senza che intervenga alcun tipo di personalizzazione dell’esperienza dell’utente.

Cosa hanno in comune?

Entrambi sono canali assolutamente fantastici per raggiungere persone che non ci seguono ancora e che quindi potrebbero diventare nostri follower e, non c’è bisogno che te lo dica, la concorrenza per finire in ognuna di quelle pagine è davvero agguerrita.

Ci sono altri 500 milioni di utenti che vi ambiscono e l’algoritmo di Instagram tende a preferire le pagine con… indovina un po’… un engagement migliore, ovvero le pagine che avranno i seguaci più coinvolti.

Dunque ipotizza di comprare 50.000 followers fake (inattivi).

Ogni qualvolta pubblicassi una foto, per riuscire a finire in popular page dovresti ricevere migliaia e migliaia di like poiché naturalmente Instagram si aspetterà un certo numero di interazioni sul tuo profilo.

Ciò non sarà assolutamente possibile se i tuoi followers sono inattivi e quindi incapaci di mettere like alle tue foto. Molti utenti allora arrivano alla conclusione che l’unica soluzione sarebbe quella di comprare centinaia o migliaia di like (dipenderà dal tuo numero di followers) tutte le volte che pubblichi una nuova foto per finire ogni volta in popular page.

Un po’ costoso, no? In realtà non così tanto per le tue tasche ma enormemente per il tuo engagement! Comprando continuamente like molti utenti riescono a finire in popular page con continuità, ma la brutta notizia è che Instagram percepisce ben presto l’attività sospetta (dovuta al numero di like enorme concentrato in qualche minuto) e penalizza pesantemente l’engagement nel lungo termine.

Il risultato sarà un numero di like tremendamente misero nel momento in cui andrete a smettere di acquistare i likes (nonostante il numero dei followers più alto).

Provare per credere.

In sintesi, tutta la storia resa breve suonerebbe più o meno così:

Comprare follower o mi piace per il tuo profilo Instagram sul web corrisponde a uccidere il tuo engagement e di conseguenza, la tua pagina.

 

Interagisci!

Sii attivo!

Interagisci con pagine simili alle tue. Commenta e metti quanti più like possibili.

Molti utenti daranno uno sguardo al tuo profilo e se dovessero trovare qualcosa di interessante.. TAAC! Nuovi seguaci e nuovi like freschi per te!

Le interazioni sono il modo migliore per farti conoscere!

So che può essere molto stressante, soprattutto agli inizi, riuscire a mantenere il livello delle tue interazioni costantemente alto ma è una delle chiavi per il tuo successo.

interazioni instagram

Statisticamente, ogni 100 likes che lasci su una foto di utenti che non segui e che non ti seguono, dovresti ottenere circa 20 likes e 6 nuovi seguaci.

E se invece di lasciargli un like, iniziassi a seguirli?

In quel caso le statistiche schizzerebbero ancora più in alto.

Tra like, follow e commenti, il follow è l’azione che viene maggiormente ricambiata. Non è difficile raggiungere con una buona pianificazione un follow back ratio tra il 30 e il 40%.

Il follow back ratio non è altro che la percentuale di persone che ricambieranno il tuo follow. Letteralmente si parla dei follow che “ti torneranno indietro”.

Rispondere ad un follow con un follow è uno dei comportamenti base degli utenti di Instagram e si fonda su un concetto tanto semplice quanto potente: la gratitudine.

Molti utenti si sentiranno molto più predisposti a seguirti se lo farai tu per primo.

Se intendi fare di Instagram un tuo asset e sei interessato a far crescere la tua pagina personale o quella della tua attività, non solo non puoi ignorare la potenza di questo concetto, ma devi assolutamente impegnarti ad individuare una strategia solida e continua che ti porti costantemente nuovi seguaci.

Vediamo insieme allora come dovresti muoverti.

 

STEP 1 – INIZIA DALLA FINE

Per prima cosa, prendendo in prestito una delle mie citazioni preferite da Stephen R. Covey in 7 Habits of Highly Effective People… Partiamo dalla fine!

Ipotizziamo che tu abbia già iniziato a seguire nuovi utenti ogni giorno come una macchina inarrestabile.

Che problema finiresti per incontrare prima o poi?

Seguendo nuovi utenti su base quotidiana, ad un certo punto arriverai inevitabilmente alla saturazione del numero di following possibile, ritrovandoti costretto a smettere di seguire qualcuno per poter (ri)cominciare a seguire nuovi account.

iniziare dalla fine

Instagram infatti fissa a 7500 il limite di utenti che ogni account può seguire. Quindi, come possiamo essere sicuri che l’utente che smettiamo di seguire non smetta di seguirci a sua volta?

La risposta a questa domanda è: trovare utenti che siano realmente interessati al tema trattato dalla nostra pagina.

In questo modo quando smetterai di seguirli (se se ne accorgeranno) molto probabilmente decideranno ugualmente di continuare a seguirti poiché saranno molto interessati ai contenuti della tua pagina.

 

STEP 2 – COME TROVARE UTENTI IN TARGET

Ma dove possiamo trovare questi fatidici follower realmente interessati alla nostra pagina e che siano disposti a continuare a seguirci anche nel momento in cui gli togliamo il follow?

Hai diverse possibilità, ma vediamole insieme facendo un esempio concreto.

utenti in target

Ipotizziamo che tu stia provando a far crescere una pagina relativa alla nicchia Food e che quindi i tuoi contenuti siano principalmente foto e video di ricette e piatti di tua creazione.

Ragionevolmente quali utenti dovrebbero essere interessati alla tua pagina?

Tutti coloro che sono interessati alla cucina, alla preparazione dei piatti, le ricette e il mondo del food in generale.

Ma da cosa possiamo dedurre se un utente abbia o meno determinati interessi?

Voglio dire, è chiaro che siano quelli gli utenti a cui dovresti mirare ma come possiamo distinguerli tra i 500 milioni di utenti di Instagram?

Bene, hai due strade principali per individuare il pubblico giusto per la tua pagina.

1- Hashtags

Dovrai andare a seguire tutti gli account che hanno utilizzato o utilizzano spesso un determinato hashtag inerente alla tua nicchia. Tanto maggiore sarà la correlazione tra il topic della tua pagina e l’hashtag a cui punterai, tanto maggiori saranno le chance che i tuoi like e i tuoi follow vengano ricambiati. Per esempio con il tuo account food potresti iniziare a seguire tutti i profili che utilizzano l’hashtag #foodforfoodies o #sharefood.

2- Followers di Account in target

Dovrai andare a seguire tutti i seguaci di altri big account nella tua stessa nicchia. La particolare categoria di utenti composta dai followers di altri account simili al tuo, infatti, ha già dimostrato di essere molto interessata all’argomento della tua pagina, tanto da iniziare a seguire altri profili sul tema food. Quindi nella pratica potresti iniziare a seguire tutti i seguaci di @restauranteating o @thatfoodfeed.

 

STEP 3 – TEST IS THE ANSWER! 

La verità è che è molto facile trovare degli hashtag o degli account da utilizzare come fonti da cui attingere per trovare utenti in target, ma è molto più complesso trovare i migliori hashtag e i migliori account.

Ecco, però, delle indicazioni che puoi seguire nella pratica:

Evita gli hashtag con pochissimi o tantissimi shares.

Nel primo caso satureresti subito il tuo pubblico di utenti target, nel secondo invece finiresti per targhetizzare una porzione di utenti troppo ampia e quindi rischieresti di andare fuori bersaglio e interagire con utenti poco interessati alla tua nicchia.

Evita gli account con bassi livelli di engagement poiché potrebbero essere infestati da profili fake o inattivi che quindi non ricambieranno i tuoi like e i tuoi follow.

testare instagram

Non smettere mai di testare.

Provare una determinata fonte per un periodo statisticamente rilevante è il miglior modo per stimare la sua efficacia e il suo follow back ratio medio.

Quindi mettiti l’animo in pace e preparati a testare tutte le fonti che ti verranno in mente.

Se seguirai tutti i passaggi con attenzione e con costanza ti ritroverai a guadagnare decine e decine, se non centinaia di followers ogni giorno.

Ma, non è finita. Questo che hai letto fin’ora è solo l’inizio.

Prima di andare avanti, però, voglio lasciarti un altro paio di trucchetti per aumentare il tuo like back e follow back ratio.

1- Ti sconsiglio di interagire con account da milioni di followers e commenti. Molto difficilmente ricambieranno o si interesseranno al tuo profilo. Ci sono molte chances che non si accorgeranno neanche di te.

2- Non avere mai un numero di following eccessivamente alto! Ti sconsiglio di superare i 1000 utenti seguiti. Il pericolo, infatti, è che le persone percepiscano la tua interazione come poco speciale, poiché apparentemente dispensata a qualsiasi account. Ben diversa sarebbe invece la situazione se un utente dovesse ricevere un commento, per esempio, da una pagina con soli 100 account seguiti.

La sola idea che la sua immagine sia stata trovata da un account così selettivo gli darebbe una ben più grande soddisfazione! In parole più semplici, aspettati più like, commenti e follow di ritorno.

 

Mettici la faccia

foto profilo

Se sei all’inizio della tua avventura un modo facile per racimolare i tuoi primi 100 follower è sicuramente quello di condividere il link del tuo profilo Instagram sui tuoi account Facebook, Google + e Twitter.

Dillo ai parenti, parlane con gli amici, chiedi a tutti di seguirti. All’inizio può sembrarti un po’ patetico, è del tutto normale.

Quello che ti garantisco è che sarà totalmente diverso quando supererai, in follower, tutti i tuoi compaesani.

Molto probabilmente ai tuoi primi 10.000 follower saranno loro a venire da te per complimentarsi e chiederti “Mi insegni?”.

Insomma, non avere paura di metterci la faccia e spargi la voce, il risultato sarà semplicemente straordinario. E in più metterti in gioco con le persone che conosci ti aiuterà a non mollare anche nelle situazioni più difficili.

 

Studia la tua Community

Una delle regole base per fare il botto su Instagram è quella di entrare in empatia con i tuoi follower. Impara a conoscere i loro gusti specifici, cerca di capire cosa apprezzano maggiormente, mettiti nei loro panni e osserva le abitudini di ciascuno.

Per esempio: “In quale parte della giornata gli utenti interagiscono di più con le tue foto?”. Ogni account è unico quindi ti conviene studiare la tua precisa community.

community social

Prima che tu lo chieda: no. Non devi stare a segnare su un foglietto le abitudini di utente dopo utente. Per nostra fortuna abbiamo Mark Zuckerberg.

E’ disponibile da poco un’opzione in grado di “trasformare” un profilo normale in un profilo business. Sostanzialmente non cambiano tante cose ma questa possibilità è molto utile per quel che concerne le statistiche.

Con questa opzione, difatti, hai modo di vedere tutti i dati relativi al tuo profilo.

I tuoi utenti sono più uomini o più donne?

Da che Paese sono più attivi sul tuo account?

Qual è l’età media?

In poche parole, hai tutto a disposizione grazie ad un semplice clic. Questi dati possono sembrarti noiosi ma in realtà diventeranno presto i tuoi migliori alleati.

Si tratta di informazioni vitali per la definizione del tuo piano editoriale.

 

Tessi la tua ragnatela di connessioni

Instagram traccia qualsiasi attività!

E’ possibile che ricordi meglio di te quale sia l’ultima immagine alla quale tu abbia messo un like.

Ti sembrerà incredibile, ma ogni like o commento che posti è tracciato per identificare possibili connessioni tra diversi utenti.

L’algoritmo, sostanzialmente, usa ogni interazione per identificare il tipo di contenuti a cui sei interessato e di conseguenza, indicizzare la tua pagina.

Più i tuoi contenuti sono percepiti come di valore, sulla base della tua attività e delle interazioni ricevute dagli altri utenti, più alto sarà il punteggio assegnato da Instagram alla tua pagina.

interazioni su instagram

Se te lo stai chiedendo, questo è uno dei fattori con cui l’algoritmo seleziona le foto pubblicate sulla popular page. E’ anche la ragione per cui è più difficile riportare in vita e far crescere un account inattivo o bloccato.

Ma c’è di più.

Hai mai notato cosa accade quando inizi a seguire un nuovo account?

Appare una piccola finestra con alcuni utenti suggeriti sulla base delle interazioni e degli argomenti trattati dalla pagina che hai appena iniziato a seguire.

Ora immagina di avere un team e di avere la possibilità di finire tra le pagine suggerite di ogni account del tuo team, ogni volta.

La naturale conseguenza, sarebbe un meccanismo super efficace di condivisione dei followers, non credi?

Questo è il potere del networking.

Il sistema ha sempre un valore superiore alla somma delle sue parti prese singolarmente.

Quello che vedi di Instagram, non è altro che la punta di un iceberg molto più grande di quello che immagini!

Nascosto sotto il livello del mare, si cela un mondo sommerso di comunicazioni e strategie. Marketers provenienti da tutto il globo, ogni giorno, tessono la loro tela di contatti allo scopo di rafforzare ed espandere la loro presenza su Instagram. Sto parlando di informazioni che volano più veloci di qualsiasi aereo o treno, da Roma a Stoccolma, fino a Miami, Los Angeles e le Filippine.

Le piattaforme più utilizzate dagli Instagrammer, per comunicare tra loro, sono senza dubbio Telegram, Kik e GroupMe. Si tratta di tre applicazioni facilmente scaricabili sul tuo smartphone, con le quali potrai davvero dare una spinta decisiva ai tuoi profili e al tuo business.

 

Usa gli Hashtag

usare hashtag

Non rinunciare agli Hashtag.

Come si dice “Toglietemi tutto, ma non i miei hashtag!”.

Anzi no, forse non era proprio così, ma vabbè insomma ci siamo capiti. Gli hashtag, per gli amici #,  sono gli strumenti più potenti che hai a disposizione sui social network.

Ti permetteranno di raggiungere un enorme numero di utenti con estrema facilità.

Ti consiglio un giusto mix tra hashtag molto condivisi e altri un po’ più specifici, dove avrai meno concorrenza e maggiori possibilità di finire in popular page, aumentando notevolmente follower ed engagement.

Questi sono solo alcuni dei trucchi per avere più seguaci su Instagram, che potrai iniziare ad applicare e seguire fin da subito per ottenere i primi risultati.

Dove puoi trovare gli altri?

Potrai trovarne molti sfogliando gli articoli del nostro blog, ma il mio consiglio più grande è di non temporeggiare troppo.

Inizia. Sporcati le mani. Fai esperienza e cerca di essere creativo sempre!

Renato Gioia

Co-Founder, CTO @Instadvanced

Amante dell’economia con la sindrome del viaggiatore seriale. Credo nella creatività della logica e nella logica della creatività. Amo i numeri, il business e le piccole cose che fanno la differenza.

Commenti

commenti

Share This